Nasce l’associazione Arti e Mestieri

Nasce a Napoli, nell’incantevole cornice di Palazzo Marigliano, in via San Biagio dei Librai, nel cuore del centro storico, l’Associazione Arti e Mestieri. Promossa dall’imprenditore Rosario Bianco, patron di Rogiosi editore, e dal magistrato Catello Maresca, Sostituto Procuratore della Repubblica Gruppo Antiterrorismo e Reati contro la Pubblica Amministrazione, l’Associazione nasce con lo scopo di avvicinare le giovani generazioni alle arti e ai mestieri della tradizione partenopea, in sinergia con la Fondazione F.I.R.S.T. (Frontiere Internazionali di Ricerca Scientifica e Tecnologica). In collaborazione con Imprese, Enti, Professionisti e Artisti che si siano dimostrati in grado di coniugare la creatività tipicamente napoletana con la capacità di affermarsi a livello internazionale, il nuovo organismo propone un progetto di educazione sostenibile e solidale, che si impegni nella valorizzazione delle risorse locali, culturali, artistiche e umane. Nella sede di Palazzo Marigliano, scelta non a caso nel cuore pulsante della città – a pochi metri da via San Gregorio Armeno, la strada dei presepi e dell’arte partenopea per eccellenza, quella presepiale -, l’Associazione Arti e Mestieri si muoverà in due direttrici principali: il recupero delle tradizioni manifatturiere partenopee e la formazione e avviamento al lavoro di giovani provenienti da realtà difficili e disagiate. I ragazzi potranno imparare un mestiere, o avviarsi a una forma artistica, scegliendo tra proposte variegate il percorso da seguire:
• Manifattura tessile, alta sartoria e pelletteria;
• Scultura e Pittura;
• Musica (canora, sinfonica, strumentale), e manifattura strumenti;
• Restauro, falegnameria ed ebanisteria;
• Arte orafa, argenteria e lavorazione del corallo;
• Arte presepiale e della ceramica;
• Teatro, cinema e musical;
• Gastronomia (preparazione della pasta, del vino, della pizza,e tanto altro);
• Commercio e mercati;
• Scrittura e creatività infantile
L’Associazione Arti e Mestieri è stata presentata al pubblico lunedì 18 dicembre 2017 alle ore 18, con una Conferenza stampa nella sede di Palazzo Marigliano, in via San Biagio dei Librai n. 39; per chi vorrà sarà possibile anche associarsi, e divenire sostenitore dell’Associazione. Nell’occasione verrà inaugurata la Mostra “Antichi Mestieri”, allestita presso le sale della sede, che espone le preziose riproduzioni degli Antichi mestieri della collezione Bianco – Rogiosi editore, opere del maestro Marco Abbamondi. Alla presentazione seguirà un rinfresco.
Prima della presentazione istituzionale, domenica 17 dicembre, i fondatori dell’Associazione Arti e Mestieri, Rosario Bianco e Catello Maresca, si recheranno a Lacco Ameno, sull’isola d’Ischia, per incontrare le famiglie dei terremotati del sisma dello scorso mese di agosto; a queste persone che si trovano a vivere un momento di grande difficoltà verranno donate, in segno di speranza, in sintonia con il messaggio di positività e fiducia trasmesso dal Natale imminente, delle sculture raffiguranti la Natività. Come spiega Catello Maresca, “la vita è costellata purtroppo di difficoltà e di problemi, ma la forza di una comunità si misura nella sua capacità di rialzarsi. Ho personale contezza della forza del popolo di Lacco Ameno e sono certo che con la dedizione e l’amore saprà non solo rialzarsi ma ritornare più forte di prima, sapendo trarre dalle avversità moniti positivi e capacità ancora inespresse ed inattese”. A questa comunità l’Associazione porterà la sua vicinanza e la sua solidarietà.
Tutti gli associati dell’Associazione Arti e Mestieri sono cittadini di Napoli innamorati della loro terra, e al momento di associarsi si impegnano a rispettare un “Atto di responsabilità”, che li dichiara responsabili nei confronti della propria città, pronti ad essere cittadini attivi, a coltivare i veri valori e trasmetterli, a contribuire alla crescita culturale e morale della città, impegnandosi ciascuno in prima persona, e allontanando la piaga dell’indifferenza, pronti a cominciare insieme una nuova avventura a Napoli e per Napoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *